Focus

COMPETENZE REGIONALI SUL RENDIMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI E SULLA RELATIVA CERTIFICAZIONE

Di
Vittorio Angiolini

Ci si chiede se e fino a che punto le Regioni possano interferire con la disciplina del rendimento energetico degli edifici e della relativa certificazione, come dettata a partire dal D.L.vo 19 agosto 2005 n. 192 e successive integrazioni e modificazioni. 
In proposito, occorre peraltro tener conto che il D.L.vo n. 192 del 2005, all’art. 1, comma 3 dispone espressamente che “lo Stato, le regioni e le province autonome, avvalendosi di meccanismi di raccordo e cooperazione, predispongono programmi, interventi e strumenti volti, nel rispetto dei principi di semplificazione e di coerenza normativa, alla: 
a) attuazione omogenea e coordinata delle presenti norme; 
b) sorveglianza dell’attuazione delle norme, anche attraverso la raccolta e l’elaborazione di informazioni e di dati; 
c) realizzazione di studi che consentano adeguamenti legislativi nel rispetto delle esigenze dei cittadini e dello sviluppo del mercato; 
d) promozione dell’uso razionale dell’energia e delle fonti rinnovabili, anche attraverso la sensibilizzazione e l’informazione degli utenti finali”.

Leggi l'articolo completo