Focus

PRIME RIFLESSIONI SUL REGOLAMENTO DI DISCIPLINA DEL RISARCIMENTO DIRETTO DEI DANNI DERIVANTI DALLA CIRCOLAZIONE STRADALE

Di
Lodovico Molinari

Finalmente! La montagna ha partorito il topolino! Il tanto atteso regolamento di attuazione della disciplina dell’indennizzo diretto introdotta dagli artt. 149-150 del codice delle assicurazioni è stato emanato con decreto del Presidente della Repubblica n. 254 del 18 luglio 2006.
Non si può non notare in proposito il grave ritardo con cui tale regolamento è stato adottato. 
L’art. 150 del D.L.vo 7 settembre 2005 n. 209 (il codice delle assicurazioni private) prevedeva in-fatti, che il regolamento di attuazione dovesse essere approvato con decreto del Presidente della Repubblica su proposta del Ministro delle attività produttive, entro 90 giorni dall’entrata in vigore del Codice delle assicurazioni. 
Le ragioni di tale ritardo sono evidentemente da rinvenirsi nelle perplessità e nei «veti incrociati»sollevate dalle varie categorie di soggetti che si troveranno a far i conti con questo nuovo istituto. 
Solo a titolo di cronaca vale la pena ricordare la posizione dell’O.U.A. - Organismo Unitario Avvocati il cui presidente Michelina Grillo nell’ambito di un’intervista resa al Sole 24 Ore in data 29 agosto2006 ha dichiarato: «Se l’obiettivo è limitare il contenzioso, è necessario assicurare l’esistenza del difensore in tutti i casi di danno alla persona e migliorare la disciplina dei danni al terzo trasportato ma, anche dirimere ogni ambiguità tra nuova procedura e norme processuali, per esempio chiarendo quale sia il valore dell’attività istruttoria rispetto al giudizio».

Leggi l'articolo completo