Focus

TECNICHE DI PROTEZIONE DEL CONTRAENTE DEBOLE, TRA CODICE DEL CONSUMO, DISCIPLINA SPECIALE DELLE LOCAZIONI E CODICE CIVILE

Gli strumenti di tutela del contraente debole
Di
Nino Scripelliti

1. Gli strumenti di tutela del consumatore previsti dal Codice del consumo. Gli strumenti di tutela del contraente debole previsti dal Codice del consumo. – Sistemi normativi come quelli delle locazioni e della tutela del consumatore, disciplinano materie contigue ed hanno punti di contatto e di intersezione. Il plesso normativo di derivazione comunitaria introdotto nel nostro ordinamento a tutela del consumatore ordinato nel Codice del consumo (D.L.vo 6 settembre 2005 n. 206, nel seguito della presente nota, il Codice), scontate le inevitabili genericità dei principi generali e delle linee guida (artt. 1, 5, 39), percorre trasversalmente la disciplina dei singoli tipi di contratto, essendo organizzato attorno alle figure centrali del rapporto di consumo, del professionista e del consumatore, presunto contraente debole. Il Codice del consumo, aggregando ed ordinando materiali normativi presenti nell’ordinamento in attuazione dell’art. 153 del trattato CEE, rappresenta un potente strumento di controllo ed indirizzo della autonomia privata espressa nei singoli modelli contrattuali tipici, con la finalità dichiarata di riequilibrare il negozio in favore dei consumatori.

Sommario: 
1. Gli strumenti di tutela del consumatore previsti dal Codice del consumo. – 2. Codice del consumo e locazione immobiliare. – 3. La tutela del conduttore consumatore e la nullità di protezione – Il contratto di locazione e le norme tecniche sugli impianti.
Leggi l'articolo completo