News

Atti sessuali con minorenne: la corporeità non può ritenersi un criterio necessariamente discretivo della natura dell'atto

Autore: Giulia Faillaci
Data: 11 Giugno 2024

Con sentenza n. 23387 del 19 aprile-11 giugno 2024, la terza sezione penale della Corte di Cassazione è intervenuta in tema di atti sessuali con minorenne.

Ai fini del reato, l’atto deve rivestire valenza sessuale sul piano oggettivo, ovverosia avuto riguardo agli effetti che, ricadendo comunque sulla vittima, assumono tale natura quando determinano la profanazione della sua sfera più intima, e non già su quello soggettivo, riguardato cioè in relazione alle intenzioni dell'agente, che è sufficiente sia consapevole della natura erotica del gesto posto volontariamente in essere con la propria condotta. Occorre tuttavia una più attenta opera di decodificazione per tutti quegli atti che, o per il loro carattere ambivalente, potendo in astratto essere espressione di una diversa finalità (come accade di norma per i baci, le carezze o gli abbracci), o per la singolarità della zona corporea attinta, richiedono, al di là degli obiettivi perseguiti dall'agente che...

Per continuare a leggere questo articolo, abbonati a NJUS o acquista il singolo anticolo
Abbonati subito

Hai già un abbonamento? Fai il login per visualizzare il testo integrale

Articolo Digitale
€ 3,00
Approfondimenti

ABBONAMENTO

NJUS

Valerio de Gioia


Approfondisci i tuoi argomenti preferiti

5% di Sconto
LIBRO
Civile
Processo Civile
Pubblicato il 08.01.2024
Francesco Bartolini
Disponibile anche in formato ebook
€ 42,75€ 45,00
Nuovo
LIBRO
Penale
Processo Penale
Prevendita Disponibile dal 29.07.2024
Valerio de Gioia, Sonia Grassi
€ 20,90€ 22,00
Nuovo
LIBRO
Assicurazioni
Circolazione Stradale
Pubblicato il 23.07.2024
Umberto Coccia
€ 19,00€ 20,00
5% di Sconto
LIBRO
Civile
Tributario e Processo
Pubblicato il 10.04.2024
Maurizio Lupoi
€ 33,25€ 35,00
Scopri le categorie più ricercate dai tuoi colleghi

Non perderti le novità!

Eventi

Estratti

News

Promozioni