News

La rilevanza della «coabitazione», anche non continuativa, ai fini del reato di maltrattamenti in famiglia

Autore: Giulia Faillaci
Data: 13 Marzo 2024

Con sentenza n. 10621 del 20 febbraio 2024 (dep. 13 marzo 2024), la sesta sezione penale della Corte di cassazione è tornata a occuparsi della rilevanza della distinzione del concetto di "coabitazione" da quello di "convivenza" ai fini del reato di maltrattamenti in famiglia ex art. 572 c.p.

Come recentemente rimarcato da questa Corte alla luce della sollecitazione proveniente dal Giudice delle leggi (Corte Costituzionale, sentenza n. 98 del 2021), il divieto di interpretazione analogica delle norme incriminatrici (art. 14, preleggi), immediato precipitato del principio di legalità (art. 25 Cost.), nonché la presenza di un apparato normativo che amplia Io spettro delle condotte prevaricatrici di rilievo penale tenute nell’àmbito di relazioni interpersonali non qualificate, impongono, nell’applicazione dell’art. 572 c.p., di intendere i concetti di "famiglia" e di "convivenza" nell’accezione più ristretta: quella, cioè, di una comunità connotata da una...

Per continuare a leggere questo articolo, abbonati a NJUS o acquista il singolo anticolo
Abbonati subito

Hai già un abbonamento? Fai il login per visualizzare il testo integrale

Articolo Digitale
€ 3,00
Approfondimenti

ABBONAMENTO

NJUS

Valerio de Gioia


Approfondisci i tuoi argomenti preferiti

5% di Sconto
LIBRO
Civile
Processo Civile
Pubblicato il 08.01.2024
Francesco Bartolini
Disponibile anche in formato ebook
€ 42,75€ 45,00
Nuovo
LIBRO
Penale
Processo Penale
Prevendita Disponibile dal 29.07.2024
Valerio de Gioia, Sonia Grassi
€ 20,90€ 22,00
Nuovo
LIBRO
Assicurazioni
Circolazione Stradale
Pubblicato il 23.07.2024
Umberto Coccia
€ 19,00€ 20,00
5% di Sconto
LIBRO
Civile
Tributario e Processo
Pubblicato il 10.04.2024
Maurizio Lupoi
€ 33,25€ 35,00
Scopri le categorie più ricercate dai tuoi colleghi

Non perderti le novità!

Eventi

Estratti

News

Promozioni