News

NJUS - Italia nuovamente condannata dalla Corte di Strasburgo per aver avviato una procedura di adozione in violazione del diritto alla vita familiare

Commento alla sentenza Cedu 20 gennaio 2022

Data: 20/01/2022

Sulla nuova rivista digitale NJUS diretta da Valerio de Gioia potrete leggere il commento alla sentenza Cedu 20 gennaio 2022. La prima sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), con sentenza del 20 gennaio 2022, ha riscontrato una violazione dell’art. 8 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo da parte dell’Italia. La disposizione tutela il diritto al rispetto della vita privata e familiare.

Le ricorrenti, una cittadina cubana e la propria figlia, hanno sostenuto che le ragioni addotte dai tribunali nazionali per dichiarare adottabile la bambina non corrispondevano a delle circostanze «del tutto eccezionali» che avrebbero potuto giustificare una rottura del loro rapporto familiare. Secondo loro, inoltre, le autorità italiane sono venute meno ai loro obblighi positivi definiti dalla giurisprudenza della Corte Europea e non hanno adottato tutte le misure che potevano essere ragionevolmente richieste per mantenere i legami tra loro, nonché per trovare un giusto equilibrio tra gli interessi in gioco, tenendo conto, in particolare, che non è stata disposta alcuna perizia sul loro stato psicologico.

La CEDU ha ribadito che, per un genitore e un figlio, lo stare insieme è un elemento fondamentale della vita familiare e che le misure adottate dalle autorità nazionali che lo impediscono costituiscono un’ingerenza nel diritto tutelato dall’art. 8 della Convenzione (si veda, inter alia, K. E T. c. Finlandia [GC], n. 25702/94, §151, CEDH 2001-VII, e Barnea e Caldararu c. Italia, n. 37931/15, §63, 20 giugno 2017). Tale ingerenza viola l’art. 8 CEDU a meno che non sia «conforme alla legge», persegua uno o più scopi legittimi di cui al comma 2 e non possa essere considerata una misura «necessaria in una società democratica».

Il commento di Denise Campagna dal titolo: Italia nuovamente condannata dalla Corte di Strasburgo per aver avviato una procedura di adozione in violazione del diritto alla vita familiare è corredato dal testo integrale della sentenza.

Su NJUS potrete scaricare il PDF della sentenza ed il PDF del commento