News

NJUS - L’inefficace indagine su un rapimento e sulla successiva scomparsa di una persona viola i profili sostanziali e processuali dell’art. 2 CEDU

Commento alla sentenza CEDU 5 ottobre 2021

Data: 05/10/2021

Sulla nuova rivista digitale NJUS diretta da Valerio de Gioia potrete leggere il commento alla sentenza CEDU del 5 ottobre 2021. La terza sezione della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (CEDU), ha condannato la Russia per violazione degli artt. 2 e 3 della Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo che tutelano rispettivamente il diritto alla vita e la proibizione della tortura.

I ricorrenti – i genitori e la moglie di un cittadino russo – hanno accusato lo Stato convenuto del rapimento del proprio parente, Mukhamed Khutiyev, da parte di alcuni agenti di Stato, in Daghestan nel 2010 e della inefficacia delle successive indagini sulla sua scomparsa. In particolare, è stata dedotta la violazione dei profili sostanziali e procedurali dell’art. 2 della Convenzione.

La Corte Europea ha rilevato di aver già giudicato una serie di casi riguardanti accuse di sparizioni avvenute nel Caucaso settentrionale russo: le circostanze del caso in questione, così come specificate dai ricorrenti, suggeriscono che proprio gli agenti di Stato hanno rapito Khutiyev; i documenti presentati non contengono, infatti, indicazioni che l’uomo possa essere scomparso per altri motivi o essere stato vittima di un reato commesso da terzi. Dagli atti del fascicolo penale risulta solo che la vittima è stata avvistata per l’ultima volta quando è stato fermata ad un posto di blocco poco distante dal suo luogo di lavoro e dal luogo dell’operazione speciale antiterrorismo che avveniva quello stesso giorno. Alcuni residenti locali, testimoni dell’accaduto, ne hanno parlato con i ricorrenti; tuttavia, gli investigatori non hanno adottato dei provvedimenti per verificare la veridicità di tali testimonianze e delle osservazioni costantemente fornite dai parenti del Khutiyev.

Il commento di Denise Campagna dal titolo: L’inefficace indagine su un rapimento e sulla successiva scomparsa di una persona viola i profili sostanziali e processuali dell’art. 2 CEDU è corredato dal testo integrale della sentenza.

Su NJUS potrete scaricare il PDF della sentenza ed il PDF del commento.